Nel Girone I della Serie D sembrava tutto deciso, sia per la promozione in Serie C, sia per la griglia dei play off, così come per quanto riguarda la retrocessione diretta e, invece, quando mancano appena due giornate al termine del campionato, rimane tutto in gioco.
Infatti, l’Acr Messina, non essendo andato oltre il pareggio (1-1) a Licata per le reti di Izco e Lo Masto, vede ridursi il suo vantaggio al comando della classifica a due lunghezze soltanto dal Fc Messina, che ha battuto (2-1) il Castrovillari grazie ai gol di Palma e Carbonaro mentre il momentaneo pareggio dei calabresi l’aveva segnato Bonanno.
Stesso discorso per quel che concerne la partecipazione ai play off: sicuro di entrare nella griglia il Gelbison che ha rifilato un poker di reti (4-0) al già retrocesso Roccella con Sparacello, Maiorano, Mesina e Ziroli in gol. Al 4° posto il S. Luca, che ha espugnato il campo della Cittanovese (1-2), ha scavalcato (con 55 punti) l’Acireale (ora 54) che è stato bloccato in casa (1-1) dal Dattilo (52) che ha pareggiato con Manfrè il gol del bomber granata De Felice.

Considerato che sono stati aboliti i play out, si è infiammata anche la lotta per non occupare il penultimo posto in classifica che significa retrocessione diretta.
Balzi in avanti molto importanti del S. Agata (33 punti) che ha sconfitto (2-1) nel confronto diretto il Rende (31 punti) scavalcandolo in classifica, dove ha agguantato la Cittanovese (33 punti) e del Marina di Ragusa che, grazie a un gol di Alieu Baldeh, ha battuto (1-0) il Troina (36 punti, pressochè salvo) e si è portato a quota 30 punti, guardando con più speranza alla salvezza.
Per la cronaca, il Biancavilla ha recuperato un pareggio (1-1) casalingo contro il S. M. Cilento, mentre il Rotonda ha avuto la meglio (1-0) sul Paternò con un gol di Cesay.