Vigilia di attesa in casa Seap Dalli Cardillo Aragona per gara 2 della semifinale playoff di serie B1.
Questo sabato 5 giugno, al Palasport Pippo Nicosia di Agrigento, con inizio alle ore 18, la squadra di coach Massimo Dagioni affronterà la Rizzotti Design Catania per cercare di conquistare la qualificazione alla finale per la promozione in Serie A2.
Nella gara di andata la Seap Dalli Cardillo Aragona si è imposta con il risultato di 3-1, ipoticando di fatto il passaggio del turno.
A questo punto, teoricamente,  basterebbe anche guadagnare un solo punto per ottenere il pass qualificazione.
Discorso diverso per la compagine etnea, che sono obbligate a vincere 3 a zero oppure 3 a 1 per giocarsi la qualificazione nell’ulteriore set di spareggio.

“Mi aspetto una gara simile al match di andata. – Dichiara la palleggiatrice e vice capitano Valeria Caracuta –
Sarà un’altra partita combattuta, molto intensa a livello fisico, ma anche a livello mentale.
La differenza la faranno i piccoli dettagli. Sarà importantissimo mantenere un livello di attenzione altissimo.
Il morale della squadra è alto, la vittoria sul campo del Catania ci ha dato ulteriore certezza delle nostre potenzialità.
Ma in queste gare di playoff nulla è scontato. Bisogna azzerare tutto, ripartire come se non avessimo giocato la partita di andata e affrontare il Catania, in casa nostra, come se dovessimo giocare una finale e conquistare i tre punti”.

Della stessa lunghezza d’onda il capitan Moneta.
“Contro Catania servirà un’altra partita importante: grinta, determinazione e la voglia di andare a prenderci la finale non devono mancare.
Lo spirito di gruppo visto a Catania deve esserci anche al PalaNicosia, perché potrebbe fare la differenza nel match di ritorno.
Siamo state brave a Catania, ma non basta.
Bisogna ripeterci in casa e alzare tantissimo l’asticella della concentrazione.
Catania verrà da noi per cercare l’impresa e saranno molto agguerrite. Dobbiamo imporre il nostro gioco e prenderci la finale, che ci ripaga dei tantissimi sacrifici fatti durante questa interminabile stagione”.

Infine il coach Massimo Dagioni
“Il Catania ha un roster forte e completo in ogni reparto.
Mi aspetto un’altra partita difficile e combattuta. Abbiamo preparato benissimo gara 2 e vogliamo centrare la qualificazione alla finale.
L’aspetto agonistico è assolutamente prioritario in queste partite dove la posta in palio è alta: ci faremo trovare pronti.
La vittoria in casa del Catania ci ha lasciato una traccia mentale positiva, che ci ha permesso di lavorare in maniera serena e tranquilla durante la settimana.
Siamo però consapevoli  che la qualificazione alla finale è ancora tutta conquistare e il risultato dell’andata è ribaltabile, con un eventuale set di spareggio”.