Questo il giudizio dato dal nostro Tonino Butera, che seguì il derby S.Giovanni Gemini-Kamarat, che rimase impressionato dalla forte personalità del giovane fischietto piemontese.

“In questo ultimo periodo la classe arbitrale è nel mirino di protagonisti e addetti ai lavori, non solo nei campionati professionistici, ma anche in quelli dilettantistici dove la perfezione da parte di tutti non è il piatto forte. Dalle nostre parti è ormai consuetudine sentirsi dichiarare, da allenatori e dirigenti, magari a ragione, che non è il caso di vedersi arbitrare un partita da direttori di gara venuti da fuori regione in quanto qualitativamente non eccellenti. Scusate il doveroso preambolo, ma quello che oggi ci sentiamo raccontare è che al Nino Lo Bue di San Giovanni Gemini abbiamo visto un certo Signor Arbitro, tale Matteo Gariglio arrivato dalla lontana Pinerolo in provincia di Torino, dirigere un derby, tra i più sentiti in Sicilia in maniera eccellente. Dai nostri campi di periferia sono passati, magari inosservati, arbitri che dopo alcuni anni li abbiamo visti dirigere nei campionati professionistici. Al giovane Matteo Gariglio, un giorno non tanto lontano, auguriamo di essere uno di questi, le doti e la personalità non gli mancano. Auguri giovanotto venuto da molto lontano e tante di queste belle prestazioni che siamo sicuri ti porteranno in alto”.