Benito Sirone, autore di una tripletta, con il presidente Amato
Benito Sirone, autore di una tripletta, con il presidente Amato

Prova di carattere per gli undici del presidente Lillo Amato, che in rimonta portano a casa l’intera posta in palio che mancava da oltre un mese. I rosanero ancora con molte assenze,ma con gli innesti di Ciscardi ,Greco, Russotto e Vinciguerra, un vero lusso per la categoria ,sono riusciti ad opporsi ad una buona squadra come l’ Atletico Raffadali di mister Cacicia che nulla ha potuto contro il blasone della Polisportiva, che ha espresso un buon calcio.
Partono bene i raffadalesi del presidente Salemi che si portano in vantaggio al 21′ con il bomber Dumitru,che sfrutta al meglio un errore difensivo per trafiggere, da due passi, l’estremo difensore Santamaria. La Polisportiva non si disunisce e spreca il pari in più occasioni, con Greco prima e Russotto dopo da buona posizione. Ma,  al 44′, la Polisportiva Palma passa:  Ciscardi scodella al centro un pallone, e Sirone, ex di turno, di testa gonfia la rete. Nella ripresa fà il suo ingresso in campo il funambolico Vinciguerra, e la Pol. Palma preme sull’acceleratore, ed ottiene il vantaggio, al 51′, ancora  con lo stesso Sirone, che fatti fuori due avversari,  dal limite  insacca all’incrocio dei pali, alla sinistra del portiere-allenatore Cacicia impietrito.
Continuano a macinare gioco i rosa-nero,  con Ciscardi e Greco che dominano a centrocampo. Al 76′ Sirone sigla la sua prima tripletta personale su calcio di rigore concesso dall’ottimo arbitro  Scibetta della sezione di Agrigento.Sul finale si registra il palo di Vinciguerra,e una gran botta di Vella di poco a lato. Tutti soddisfatti, quindi, nell’ambiente palmese per una vittoria salutare che rilancia i rosanero in classifica.Un plauso  và sicuramente a tutti i dirigenti palmesi che hanno saputo reagire alle non poche difficoltà dell’attuale stagione,e continuare nel loro bel progetto.