Ravanusa, ai play off
I tifosi del Ravanusa
I tifosi del Ravanusa

Ravanusa: Baglieri, Gattuso, Orlando, Vangelista, Avarello, Di Liberto (80’ Di Caro), Sanfilippo, Lo Curto, Montana (85’ Russo), Paci, Giarrana (92’ Lana). All. Angelo Loggia.

Atletico Aragona: Inglima, Ceraulo, Galluzzo, Casavola (62’ Macca), Valenti, Carapezza, Bellouch, Greco, Graceffa (75’ Butera), Platamone, Morreale (80’ Di Gloria) All. Totò Inglima.

Arbitro: Corallo di Ragusa.

Reti: 10’ Bellouch, 17’ Orlando, 29’ Sanfilippo, 61’ Montana, 89’ Giarrana.

Il presidente del Ravanusa Farruggio
Il presidente del Ravanusa Farruggio

Vittoria con poker di reti, 4-1, per la capolista Ravanusa del presidente Farruggio contro il malcapitato Atletico Aragona che si è visto superare in rimonta dai biancorossi di Angelo Loggia sospinti da un pubblico a dir poco eccezionale, che ha voluto ricordare con tanto di striscioni e cori toccanti il giovane Matteo Savitteri scomparso la scorsa settimana. Il Ravanusa, così come ha ammesso a fine gara il tecnico Loggia, non ha disputato la sua migliore partita, ma tanto è bastato per mettere sotto l’Atletico Aragona, che aveva iniziato bene il match portentosi in vantaggio al 10’ con una punizione di Bellouch. Un fuoco di paglia che non ha fatto spaventare il Ravanusa che al 17’ pareggiava i conti con Orlando, che dopo avere colpito il palo ribadiva in rete da pochi passi.

Il tecnico ravanusano Angelo Loggia
Il tecnico ravanusano Angelo Loggia

Nel frattempo la formazione di Inglima rimaneva in 10 uomini per una frettolosa espulsione per doppia ammonizione di Platamone. L’inferiorità numerica creava non pochi problemi all’Atletico, che al 29’ subiva la rete del 2-1 per opera di Sanfilippo, liberato al tiro da Montana. Al 35’ il rientrante Galluzzo si sostituiva a Inglima salvando sulla linea un pallonetto di Sanfilippo. Tra gli applausi del festante pubblico di casa si chiudeva il primo tempo. Ad inizio ripresa la squadra di Inglima impensieriva l’esordiente Baglieri, che pur facendo correre dei brividi a panchina e compagni riusciva a sventare in due occasioni. Al 61’ il tris del Ravanusa. Sanfilippo fuggiva sulla destra e crossava in mezzo per Montana, che di testa superava Inglima sul palo più lontano.

Un'azione del Ravanusa
Un’azione del Ravanusa

Al 64’ ci provava capitan Lo Curto, il suo tiro, dopo una bella azione, terminava a lato. Al 69’ e al 70’ Macca impensieriva Baglieri. Al 89’ su calcio d’angolo battuto da Paci era il piccoletto Gabriele Giarrana a mettere il nono sigillo personale in campionato per un 4-1 obiettivamente pesante per un Atletico che avrebbe meritato una sconfitta più leggera. “Dietro questa nuova realtà – tiene a precisare Giuseppe Giarrana – c’è un lugo lavoro di base portato avanti negli anni assieme agli amici Angelo Loggia e Peppe Merlo, che hanno cresciuto questi ragazzi, che ci stanno regalando grandi soddisfazioni. Il tifoso ravanusano, grazie a queste prodezze si è riavvicinato dopo tanti anni, al calcio, ed oggi lo testimoniano, gli oltre settecento spettatori presenti sugli spalti. Il Ravanusa sta regalando qualcosa di molto importante, e siamo fiduciosi sul prossimo futuro della squadra formata, nella maggior parte, da tantissimi giovani locali