Oramai manca poco alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande di iscrizione al prossimo Campionato di Eccellenza.
Cinque le agrigentine ai nastri di partenza:  Akragas, Canicattì, Casteltermini, Pro Favara, Unitas Sciacca.
Vediamo come si stanno preparando singolarmente.

-Per quanto riguarda il Gigante, si attendono sviluppi  societari.
Se prima non si risolvono questi problemi, non si possono fare passi avanti per la scelta del nuovo tecnico e la rosa dei calciatori.
Da circa tre settimane la presidente Sonia Giordano, stimatissima dai tifosi biancazzurri,  continua ad avere dei contatti per rafforzare la base societaria. La situazione è in costante ebollizione, ed entro la prossima settimana ci dovrebbe essere la classica fumata bianca.
Che ci sia un certo fermento lo sanno tutti, e di certo  si stia lavorando per un progetto.

-Il Canicattì sta smaltendo la rosa di calciatori.
Sono andati via: il difensore Jerry Russello, Mario Erbini,  Angelo Caronia, mentre si attende di sapere se ci sarà la riconferma del tecnico Pippo Romano o meno.
Tutto questo, mentre si attende l’inizio dei lavori allo stadio “Carlotta Bordonaro”, che consentirebbe alla squadra biancorossa di potere tornare a giocare al cospetto dei propri tifosi.

-Chi si sta muovendo bene ed in fretta è il Pro Favara del presidente Rino Castronovo. In questi giorni ha scelto il nuovo tecnico.
Si tratta di  Andrea Pensabene, 63 anni, palermitano, un esperto tecnico per disputare un campionato da protagonista.
Pensabene,  da calciatore ha indossato maglie importanti come quelle di:  Trapani, Nissa, Akragas, Canicattì, Siderno e Ragusa.
Nel 1994 ha iniziato come tecnico del settore giovanile rosanero, per poi allenare il Trapani e l’Igea Virtus in serie C2, Gela, Martina Franca e Manfredonia in serie C1 e la Paganese in Lega Pro.
In serie D ha allenato  Pergocrema, Sciacca, Milazzo, Sapri, Trani, Turris, Isernia ed Ebolitana, con le quali ha vinto il campionato.
Nelle ultime stagioni il neo tecnico gialloblu ha guidato le panchine di Parmonval, Atletico Campofranco, Città di Scordia, Paternò e Acr Messina, dove ha preso il posto di Zeman.

-Un po’ in sordina il Casteltermini, che di recente ha organizzato degli stage per visionare i giovani del circondario.
Ancora nessuna scelta per quanto riguarda il futuro tecnico, che ricordiamo in passato è stato Pino La Bianca, allenatore e grande conoscitore della categoria. Il presidente Sanvito va avanti con i piedi di piombo, ma di certo, alla fine saprà presentare ai nastri di partenza un complesso giovane ed arrembante.

-Infine per quanto riguarda l’Unitas Sciacca, la società si è rimessa in moto, ed ha riconfermato il tecnico Giuseppe Gerardi,  43 anni, ex  calciatore professionista in Serie B e in serie C con diverse squadre, tra cui Livorno, Crotone e Spezia. Nei campionati dilettanti ha allenato Raffadali, Folgore e Ribera. Dal 2019 è allenatore professionista di seconda categoria Uefa A.