Una gara perfetta dell’Akragas, che supera il forte Mazara e raggiunge il terzo posto in classifica generale.
La compagine biancazzurra, pur priva di alcuni uomini infortunati, ha affrontato la compagine canarina con il giusto piglio, e nel primo tempo (21′) ha trovato la via del gol con il “funambolo” Biondo, il quale si è fatto trovare pronto alla devizione di testa su cross di La Spisa.
A dire il vero, il risultato sta molto stretto alla compagine del tecnico Francesco Di Gaetano, che ripetutamente (almeno per ben quattro volte) ha sfiorato il raddoppio.
A scongiurare un passivo ben più pesante è stato il portiere mazarese Ceesay, bravissimo a deviare i tiri ravvicinati degli avanti: Biondo, Incatasciato, Sicurella e Bulades.
Di contro, il Mazara è risultato poco pericoloso, anche grazie all’attenta difesa imperniata attorno a Cipolla, Ferrante, Giardina ed anche Licata.
Ottima gara del giovane esterno Candela, una vera spina nel fianco del Mazara, positiva la prova di Incatasciato, La Spina, Cerra e Sicurella.
Prossima sfida, penultima di campionato, sul campo dell’Oratorio Marineo.

AKRAGAS: Compagno, La Spina, Ferrante (54’ Licata), Candela, Cipolla, Giardina, Biondo, Incatasciato (63’ Fricano), Gambino, Sicurella (82’ Seckan), Cerra 88’ Bulades). All. Francesco Di Gaetano. In panchina: Marzino, Acsante, Spataro, Violante, Villa.
MAZARA: Ceesay, Culcasi, Jammeh, Grandis, Abbate (55’ Agate), Colley, Montalbano (52’ Rosella), Mejri (52’Morana), Cortese, Melia (79’ Pulizzi), Guaiana (55’ Ballari). All. Dino Marino. In panchina: Souza, Genesio, Lombardo, Ogbebor.
ARBITRO: Michele Beltrano di Rimini
Assistenti: Bryan Sanfilippo e Nicola Conticello di Catania
Rete: 21’ Biondo
Ammoniti: Colley, Montalbano, Culcasi (M), Biondo (A).