Un Akragas tonico ed equilibrato in tutti i reparti, supera una Nissa combattiva e molto volitiva, ed accede alla finalissima con la Sancataldese, in uno stadio ancora da definire.
La compagine dei templòi, prende subito le redini della gara ed al 13′, complice una disattenzione ospite, va in vantaggio al 13′ con capitan Gambino.
La squadra gioca in scioltezza, mentre la Nissa cerca di riorganizzarsi ma rischia il raddoppio.
Poi la gara diventa molto nervosa, e gli ospiti cercano di arginare le folate offensive di Biondo e compagni, ripartendo in contropiede, senza tuttavia impensierire la retroguardia biancazzurra.
Di contro fioccano le occasioni per i padroni di casa, ed al 30′ il difensore nisseno Salvo salva sulla linea una conclusione di Villa.
In pieno recupero la Nissa va vicina al pari con Prestia, ma il portiere Compagno respinge.
Nel secondo tempo girandola di sostituzioni, ed al 49′, Salvo devia di testa il pallone dentro la propria porta. Su 2 – 0, l’Akragas tira un pò il freno, ne approfitta la Nissa per prendere l’iniziativa ed all’85’ riduce lo svantaggio con una rete di Stassi abile ad andare in contropiede ed inflare il portiere Compagno con un perfetto diagonale.
Domenica prossima la supersfida con la Sancataldese per guadagnare l’unico posto disponibile per la serie D,  in campo neutro con eventuali tempi supplementari e calci di rigori.

Formazioni iniziali

AKRAGAS: Compagno, La Spina, Cipolla, Ferrante, Fricano, Biondo, Giardina, Incatasciato, Maniscalco, Gambino, Villa. . All. Di Gaetano.

NISSA: Keba; Salvo, Campanaro, Conti, Tosto, Bisogno, Illario, Mazzoni, Prestia, Retucci, Gallon.  All. Bognanni.

ARBITRO: Davide Cerea di Bergamo
ASSISTENTI: Giuseppe di Marco di Palermo e Vito Bensorte di Trapani.