Akragas. I giganti superano il Cus Palermo nel pantano dell’Esseneto

All’Esseneto di Agrigento si affrontano Akragas e CUS Palermo, rispettivamente prima e terz’ultima forza del torneo di Eccellenza girone A, che questa domenica vede il disputarsi della dodicesima giornata. Match che si disputa su un terreno di gioco apparso danneggiato dalle piogge degli ultimi giorni che di fatto lo hanno reso poco praticabile a due squadre che si muovono in campo tra mille difficoltà.

Non è una bella partita però i padroni di casa cercano con la forza di avere la meglio sugli ospiti che scendono in campo con 6 under. Terranova di contro deve fare a meno del suo play Caccetta e  dei difensori Baio ed Alexander Noto, al loro posto dal primo minuto, Briones, Mannina e Neri.

Gara come vi dicevamo difficile da giocare. Il primo in porta arriva al 5° minuto in favore del CUS Palermo che sugli sviluppi di un calcio piazzato va alla conclusione con Kubi. Palla debole che Elezaj agevolmente blocca. L’Akragas al 16° fa capolino nell’area di rigore ospite con un tiro cross di Mannina che finisce direttamente tra le braccia di Carnevale. Al 18° tiro al volo di Garufo su un preciso assist di Semenzin ma un rimbalzo maldestro della sfera impedisce al centrocampista agrigentino di colpire bene. Pallone che finisce altissimo sopra la traversa. Due minuti dopo ci prova Bonanno con un tiro al volo di sinistro che sfiora di poco il palo alla sinistra di Carnevale. Al 21° ancora Bonanno, che anzichè servire Mansour e Pavisich al centro dell’area di rigore va al tiro che termina fuori. L’Akragas inizia a pressare nella metà campo del CUS Palermo ed iniziano a fioccare le occasioni come al 26° quando Mansour tira al volo dopo un corner, pallone che termina alto. Un minuto dopo ci prova Semenzin ma il suo diagonale sfiora il palo alla destra di Carnevale. Bella l’esecuzione dell’argentino, ma punteggio che rimane inchiodato sullo 0-0. Al 47° (2° di recupero) ancora Semenzin pericolo. L’Attaccante sudamericano si invola sulla out di destra ed appena entra in area serve un pallone delizioso per l’accorrente Pavisich che colpisce di testa debole e la sua conclusione termina fuori.

La ripresa inizia con il tentativo di Mansour che al 7° va pericolosamente al tiro da dentro l’area di rigore palermitana. Para Carnevale. Il gioco non è fluido ma i giganti non si perdono d’animo e cercano di creare pericoli che giungono sui calci da fermo. Al 16° infatti, sull’ennesimo corner, Pavisich salta più alto di tutti e segna il gol del vantaggio biancazzurro. Esplode l’Esseneto per il gol dell’Akragas che arriva come una liberazione viste le difficoltà logistiche a manovrare delle buone azioni da gioco.

Akragas in vantaggio e pubblico entusiasta ma difesa dell’Akragas distratta. Al 19° Cherif tra le linee s’infila tra i due centrali difensivi che se lo perdono ma per loro fortuna l’attaccante in maglia rossa da solo davanti Elezaj spedisce fuori. Dalla tribuna coperta giungono imprecazioni che forse non giungono alle orecchie di Cipolla e Neri che al 22° consentono a Nuccio di entrare in area indisturbato prima di un contatto dubbio fischiato dal sig. Rosario Pavano di Enna che assegna un generoso penalty al Cus Palermo. Al 23° dal dischetto, lo stesso Nuccio, realizza il gol del pareggio. Al 27° l’Akragas vicina alla rete del nuovo vantaggio con Mansour, palla fuori. Al 33° ancora l’attaccante napoletano protagonista con una buona azione che termina con l’atterramento in piena area di rigore ospite. Pavano indica il dischetto. Rigore per l’Akragas. Garufo, quando siamo giunti al 34° segna il gol del 2-1.

 

Al 42° i giganti calano il tris. Vitelli recupera un pallone dal limite si allarga verso la sua destra e supera due avversari, e dal fondo lascia partire un cross per Semenzin che raccoglie in scivolata e ribadisce in rete. Al 92° c’è spazio anche per Neri che sfiora di testa su corner il gol del 4-1.

Akragas che allunga in classifica su Misilmeri (che impatta al 98° in quel di Casteldaccia), Pro Favara e Mazara, che pareggiano.

TABELLINO. Akragas – Cus Palermo 3-1 (0-0)

AKRAGAS. Elezaj; Scozzari (85° Vizzini), Cipolla, Neri, Mannina (57° Vitelli); Briones (71° Dalloro), Garufo, Bonanno; Semenzin (88° Lo Cascio), Mansour, Pavisich (83° Barrera). All. Terranova (Sansone, Noto F., Messina, Bruno).

CUS PALERMO. Carnevale; Terrasi, Romeo, Liga, Piscopo, Carollo, Scozzari (54° Traorè), Cherif (74° Alioto), Louati, Nuccio (75° Taibi), Kubi (83° Tomasino). All. Colombo (Di Salvo, Favata, Mandalà, Spataro, Renda).

Terna Arbitrale. Rosario Pavano di Enna; Davide Belfiore di Acireale e Gabriel Castelletti di Caltanissetta.

Reti. 61° Pavisich (A); 68° Nuccio rig. (C); 79° Garufo rig. (A); 87° Semenzin (A).

Ammoniti. Neri (); Louati, Terrasi (C).

Angoli. 9-1 per l’Akragas

Articolo precedenteEccellenza A, Akragas aumenta il vantaggio in classifica
Articolo successivoPrima Categoria B, Empedoclina prima sconfitta stagionale