Grande attesa per “Il Museo del Grande Torino” che farà tappa a Siculiana dal 27 al 29 giugno.
L’esposizione museale ripercorre la centenaria storia del Football Club Torino attraverso una collezione di oggetti, documenti e cimeli di rilevante interesse storico e culturale.

Il Museo sarà ospitato nei locali della Torre dell’Orologio.
L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Siculiana ed è organizzata da Renzo Zambito, coordinatore regionale dei “Picciotti del Toro”.

La manifestazione è stata fortemente voluta a Siculiana dall’assessore Salvatore Palilla.
Numerose le iniziative collaterali all’evento: il prossimo 29 giugno, alle 10.30, il campo di calcetto di Siculiana sarà intitolato al “Grande Torino”.
A seguire, alle 11.30, si disputerà una partita di calcetto tra l’Interclub di Agrigento e i Picciotti del Toro.
In campo scenderanno per i nerazzurri, l’ex bomber d’Italia ’90, Totò Schillaci, e l’ex difensore granata, Totò Vullo, per ricordare l’ultima partita ufficiale del Grande Torino.
Madrina dell’evento sarà Silvia Vada, giornalista Mediaset.
Valerio Lauricella

IL PROGRAMMA

27 GIUGNO
Ore 18 – apertura del museo. Interverranno il sindaco Mariella Bruno, l’assessore al Bilancio Salvatore Palilla, il coordinatore regionale de “I picciotti del Toro” Renzo Zambito;

28 GIUGNO
Ore 10 – apertura del museo;
Ore 17 – apertura del museo;
Ore 19.30 – presentazione del libro di Domenico Beccaria “Come nuvole al vento. Il Grande Torino di Julius Schubert”. Interverrà la giornalista Silvia Vada, a seguire buffet;

29 GIUGNO
Ore 10.30 – inaugurazione campetto di calcetto intitolato al Grande Torino. Presentano Silvia Vada e Davide Sardo.
Ore 11.30 – partita di calcetto tra Interclub Agrigento e I picciotti del Toro, capitanati rispettivamente da Totò Schillaci e Totò Vullo, per ricordare l’ultima partita ufficiale del Grande Torino.
Ore 17 – apertura museo. Madrina dell’evento Silvia Vada.

Nel corso dell’esposizione raccolta di tappi di plastica a favore dell’associazione “Una”, delegazione di Agrigento e provincia. Contributo libero per l’ingresso al museo. L’incasso sarà devoluto totalmente all’associazione “Together onlus”, per i progetti umanitari in Libano.