licata-stadio-curvaPer oggi il tecnico Pino Ruisi ha previsto al «Liotta» una doppia seduta per recuperare il tempo perduto

Licata. Ieri i cancelli di accesso alla gradinata del Dino Liotta sono rimasti chiusi. Dietro, ad attendere invano, una trentina di tifosi che volevano assistere al primo allenamento del dopo Gioia Tauro. La squadra non si è allenata, lo farà oggi. Alla base nessun dietro front, ma solo problemi logistici legati alla scelta dell’Hotel e del ristorante dove garantire vitto e alloggio ai giocatori. In mattinata i giocatori arriveranno in città e si raduneranno alle 15 al Dino Liotta per riprendere gli allenamenti, agli ordini di Mister Ruisi.
«Nessun dietro front sulla tabella di marcia settimanale, – assicura Rosa Damanti – i giocatori ieri non sarebbero arrivati tutti in tempo per cominciare l’allenamento, d’accordo con il tecnico abbiamo deciso di fare slittare il primo allenamento ad oggi».
Si sta lavorando su due fronti, assicurare la logistica alla squadra, fino alla gara di domenica, l’Hotel dove i giocatori alloggeranno è «Il Faro», a tutti i fuori sede sarà garantito il vitto e alloggio, e continuare a fare le pulci alla Srl che detiene il 100% delle quote del Licata. La priorità è la prima, la squadra domenica scenderà in campo contro il Montalto Uffugo e prima possibile si deve tornare alla normalità, quella che non c’è mai stata da agosto ad oggi. La sensazione è che i nomi della nuova cordata, a quanto pare sarebbe composta da soli licatesi, verranno fuori la settimana prossima, se non al termine della gara contro il Montalto. Di certo si sa che ancora nessun preliminare è stato firmato. Anche Mister Ruisi conferma che il mancato allenamento di ieri è legato esclusivamente ad un problema di tempi e di logistica: «Diversi giocatori erano tornati in sede, alcuni non sono siciliani e provengono dal Nord Italia, è normale che in meno di dodici ore non potevamo pretendere fossero già a Licata. Ci rivedremo domani allo Stadio (oggi per chi legge) e riprenderemo il lavoro interrotto dieci giorni fa».
Intanto il giudice sportivo, come previsto, ha inflitto un punto di penalizzazione e una multa di mille euro alla società per la mancata presentazione sul campo della Nuova Gioiese. Il «Nuovo» Licata dovrà ripartire già da domenica a macinare punti per non rimanere troppo attardato nei giochi salvezza. I gialloblù sono attesi da due turni casalinghi consecutivi, Montalto Uffugo e Città di Mesina, poi la trasferta per il derby di Agrigento, che torna dopo qualche anno. Il campionato del Licata comincia oggi, meglio tardi che mai. (fonte: Giuseppe Patti – LaSicilia)

Articolo precedenteFortitudo domenica in casa contro la Nord Barese, Ciani: “Cerchiamo il riscatto”
Articolo successivoSciacca calcio: Francesco Paolo Di Benedetto è il nuovo Presidente