I tifosi presenti ad Aragona
I tifosi presenti ad Aragona

AKRAGAS  VOLLEY: Salamone 12, Caruso ne, Composto 17, Rotondo 6, Moncada 5, Ferro 14, Piscopo 0, Lombardo 18, Pietrangeli (L). All. Valerio Lionetti. Assistente Luca Scandurra.
GECOM PERUGIA : Valentini 5, Cruciani Cristina 15, Puchaczewski 15, Cruciani Corinna 17, Tosti 16, Cecato 6, Rocchi e Chiavatti (L). Ne Di Mitri, Mearini, Montechiarini e Pistocchi. All. Fabio Bovari. Assistente Daniele Panfili.
Arbitri: Domenico Ferrise e Pierluigi Sodano di Reggio Calabria.
Set: 25-22; 21-25; 25-15; 19-25; 9-15.
Non è bastato il pubblico delle grandi occasioni all’Akragas Volley per superare nella gara 1 dei play off di B1 la Gecom Perugia, che si è aggiudicata la sfida al tie break al termine di una autentica battaglia durata 2 ore e 10 minuti. La chiave del match è stata nel quarto set con la formazione di Valerio Lionetti avanti 2 set ad uno e con il parziale di 16-9.

Silvia Tosti del Perugia
Silvia Tosti del Perugia

Sembrava fatta, invece le perugine trascinate dalle irriducibili Silvia Tosti e Corinna Cruciani e una difesa super corazzata riuscivano punto a punto a portare Composto e compagne al tie break, ormai diventato da tempo il punto debole delle ragazze del dg Nino La Valle. Nel set decisivo era evidente il calo fisico delle stremate ragazze agrigentine, che cedevano set e partita 9-15. Adesso l’appuntamento è per mercoledì a Perugia per la gara 2, che l’Akragas deve cercare di vincere per giocarsi l’eventuale << Bella >> ad Aragona.

I tecnici del Perugia
I tecnici del Perugia

La missione è difficile, ma non impossibile, per proseguire il sogno serie A2 occorre recuperare forze ed energia e giocarsi il tutto per tutto. << Le ragazze hanno dato il massimo – dice il dirigente Dino Castronovo – purtroppo stiamo pagando a caro prezzo una rosa di squadra molto ristretta, che non ci consente di fare respirare alcune atlete non al massimo della condizione per infortuni di vario genere >>. Soddisfatto, ma con i piedi per terra il tecnico ospite Fabio Bovari. << E’ stata una bellissima giornata di sport – dice Bovari – abbiamo vinto e sono contento, si sono viste due ottime squadre, che si sono date grande battaglia giocando una ottima pallavolo, davanti ad un pubblico eccezionale, corretto e sportivo e gli applausi di fine partita sia per noi che per l’Agrigento sono segno di grande maturità, siamo pronti a ricambiare l’ottima accoglienza >>.

Lombardo e Rotondo sottorete
Lombardo e Rotondo sottorete

Tra le migliori nell’Akragas Tatiana Lombardo, Ambra Composto e l’ottima Elisa Moncada in cabina di regia, che ha sofferto una ricezione approssimativa della compagne. L’Akragas è mancata soprattutto in questo importante fondamentale, e a fare la differenza tra le due squadre è stata la difesa, che ha premiato il Perugia.

Le ragazze del Perugia
Le ragazze del Perugia
Le ragazze dell'Akragas volley
Le ragazze dell’Akragas volley
Un time out del Perugia
Un time out del Perugia
Un attacco della Salamone
Un attacco della Salamone
Il tecnico dell'Akragas volley Lionetti
Il tecnico dell’Akragas volley Lionetti