Squillante esordio per l’Akragas Femminile di calcio a 5.  La compagine dei Templi supera con il risultato di 10 a 3,  il Don Bosco Mussomeli, che malgrado il risultato, non ha per nulla sfigurato, per la presenza di giovani calciatrici molto interessanti, tra l’altro ben gestite da ragazzi che credono nei sani principi dello sport e della lealtà.

Dopo pochi secondi di gioco, Lucilla Mosca realizza il gol del vantaggio, seguita a ruota (dopo due minuti) dalla bomber Irene Brusca. La terza marcatura è di Fabiola Failla, a conclusione di un’ azione ben manovrata.

Brusca sempre scatenata, che realizza Il quarto e il quinto gol, mentre sul finire di tempo, Caterina Raffaelli mette il sigillo sul 6-0. Le ragazze agrigentine sembrano appagate, ne approfittano le avversarie nissene, che,  nei minuti finali, accorciano le distanze.

Nella ripresa prosegue la saga del gol con  la giovanissima Federica Varsalona, dopo qualche minuto le ospiti accorciano nuovamente le distanze ma subito dopo Brusca realizza altre due reti, di cui la seconda su calcio di rigore. Il Don Bosco Mussomeli, generosamente, tentano una reazione e siglano la terza rete, ma il 10 a 3 definitivo è siglato da Caterina Raffaelli.

Infine, il Presidente Provinciale della Figc di Agrigento, Angelo Caramanno, in occasione dell’inizio del Campionato Femminile di Calcio a 5, ha inviato un messaggio augurale a tutte le società partecipanti, unitamente al Referente Federale Gero Alaimo, del. Campionato Regionale Femminile

 

 

Articolo precedentePromozione A, il Gemini scivola in casa, pari esterno Kamarat
Articolo successivoMario Vitale sposa il progetto della Virtus Favara