di benedetto-russo1Quarta vittoria assoluta di fila per la scuderia S.G.B. Rallye sulla pista di Racalmuto

Nessuna sorpresa alla quarta edizione del Racalmuto Rally Experience corso sabato 16 e domenica 17 Novembre, presso l’autodromo Valle dei Templi di Racalmuto nell’agrigentino, dove come da pronostico ha fatto da padrone e dominatore assoluto Alfonso “Fofò” Di Benedetto.

Il forte pilota di Canicattì, che affiancato dalla compagna Valentina Russo ha ritrovato la sua Peugeot 207 S2000, ha messo in mostra le sue enormi potenzialità, mettendo fin dalla prova notturna tutti i 141 partenti  in riga, proseguendo poi con la vittoria di tutte le altre prove speciali disputate e portando alla scuderia messinese la sua quarta vittoria di fila sulla pista agrigentina dopo aver dominato le precedenti tre edizioni del rally, infatti la prima edizione era stata vinta dallo stesso Di Benedetto, la seconda da Gabriele Morreale e la terza da Giuseppe Pepi tutti portacolori della scuderia S.G.B. Rallye.

Una prestazione degna di nota con grandi tempi anche quella del campione di motocross Eros Doria che in coppia con la fidanzata Viviana Martorana ha messo tutti in riga, dominando la classe FA6 e portando la sua piccola Peugeot 106 al quinto posto assoluto e primo di categoria, nella stessa classe da segnalare l’ottimo terzo posto di Marco Falzone e Fabio Di Dio su Peugeot 106 che ottengo anche l’ottavo posto assoluto, chiudono la classe al nono posto Alberto Costanza e Carmelo Pullara, posizione falsata da diversi problemi meccanici.

Ottimo primo posto in classe Super1600 e quarto assoluto, nonostante tre secondi di penalità, per Giuseppe Airò Farulla in coppia con Vincenzo Vaianella a bordo di una Renault Clio, primo posto di classe K2 anche per Salvatore Pecoraro in coppia con Vincenzo Piazza al via con la Peugeot 106 Maxi “Nutella”, terzo posto in classe K1 a bordo della Panda Kit della BlueOrange per Sandro Airò in coppia con Ylenia Chianetta che ha ben figurato al suo debutto assoluto. Primo posto in classe A7 per Gerlando e Gaia Valenti a bordo della Peugeot 206 della BlueOrange Team.

In una combattuta classe FA7 degna di nota la prestazione del nuovo acquisto della scuderia nebroidea, lo slalomista Enrico Parasiliti che navigato da Antonino Condorelli ha portato la sua Renault Clio Williams, nonostante tre secondi di penalità, al secondo posto di classe, seguito al terzo posto dal pilota di San Piero Patti Giuseppe Schepisi al via con la compagna Isabella Schepis su identica vettura, che trova riscatto dopo i due amari ritiri patiti al Rally del Tirreno e al Ronde dei Peloritani, quinto posto nella stessa classe per Lillo Sabbia navigato da Pagano a bordo della sua Opel Kadett Gsi.

Debutto positivo per la nuova vettura della Faical Corse, la Citroen Saxo di classe N2 portata in gara dai due patron del team aragonese, Gaetano Faija e Stefano Calleia, che alternandosi al volante hanno portato la loro vettura al secondo posto di classe, aggiudicandosi anche una prova speciale; al terzo posto nella stessa classe, sempre su Citroen Saxo, hanno concluso Giuseppe Sgarito e Davide Sutera Sardo. Quarto posto con buoni riscontri cronometrici in classe FN3 per Alfonso “Bandy Banderas” Parla e Salvatore Grassagliata a bordo di un Opel Astra Gsi della Faical Corse, vittoria in classe P2 per Angelo e Fabio Pitruzzella a bordo di una Fiat 500. Esordio con vittoria in classe N1 a bordo di una MG Zr  per Vincenzo Pecoraro navigato da Antonio Arnone.

Nell’affollata classe FN2 undicesimo posto per Salvatore Graci e Mimmo Tortorici, dodicesimo posto per Salvatore Tortorici e Palillo sempre su Peugeot 106, amari ritiri, invece, per Raffaele Taibi e Gaspare Fucà autori di una bella, ma sfortunata gara e per Samuele Lo Piano e Cristina Leone tutti a bordo di Peugeot 106 Rally. Ottavo posto, condizionato da molti problemi meccanici, in classe FA5 per Egidio Torregrossa navigato da Mario Anicito, seguiti al nono posto da Stefano Di Dio Randazzo e Omar Mingrino su identica vettura.

Nella Racing Start ottima prova per l’esperto Francesco Grimaldi al via con Salvatore Cancemi, che ha portato la sua piccola Peugeot 106 al secondo posto di classe; sfortunati invece Ignazio e Cristian Pavone costretti al ritiro per noie meccaniche alla loro Peugeot 106. Ritiro anche per Gero Quaranta navigato da Carmelo Quaranta su Citroen Saxo di classe A6, costretti ad alzare bandiera bianca proprio mentre occupavano il secondo posto di classe. Quattordicesimo posto in classe FN1 per  Ignazio Bellavia in coppia con Marco Vetro su Peugeot 106 rally, nonostante diversi problemi alla loro vettura. Primo posto nel femminile e terzo posto di classe A0 per Loredana Lo Dico e Paola Mattina a bordo di una Fiat 500 Sporting.

Grandi numeri ancora una volta  per la scuderia S.G.B. Rallye, prestazioni che hanno portato, oltre che la vittoria assoluta tra i piloti, anche il primo posto tra le scuderie in gara e ben otto primi posti di categoria.