Akragas al Camunale di Palma Montechiaro (foto Montana Lampo)
Akragas al Camunale di Palma Montechiaro (foto Montana Lampo)

Terzo giorno di lavoro per i ragazzi di Pino Rigoli, che continuano ad allenarsi due volte al giorno: la mattina presto ed il pomeriggio allo stadio comunale di Palma Montechiaro. Lo staff tecnico sta sottoponendo il gruppo ad un lavoro graduale, per permettere ad ogni singolo atleta di raggiungere la propria condizione fisica. Ancora non si parla di possibili amichevoli, ma di certo, a giorni verrà diramato il programma che il tecnico intende applicare per mantenere in
pressione. La macchina organizzativa si è, dunque, messa in moto, lontano dal clamore della città, ma domani sera l’intero gruppo biancazzurro, sarà a S.Leone alla Mediterranea Expò del presidente Silvio Alessi. “Una serata all’insegno della distensione – ci conferma lo stesso patron akragantino – e che ha lo scopo di avvicinare ai tifosi all’Akragas. Sono stato informato che tutti i presenti alla preparazione, hanno familiarizzato tra di loro, ed è quello che desideravamo come primo obbiettivo. Il nostro stand presente in Fiera è molto visitato, e sono in molti ad acquistare i nostri gadget. Molti mi chiedono se ci sono novità da Roma, ma come i tifosi, anche noi siamo in attesa di conoscere il nostro prossimo destino. Sicuramente siamo pronti a tutto, e qualunque possa essere la decisione finale della Lega Nazionale, affronteremo il prossimo
campionato, con la consapevolezza di regalare ai nostri supporters le soddisfazioni che sono mancate quest’anno. Ma non voglio essere pessimista del tutto, e spero tanto che le scelte che verranno fatte a Roma, possano essere positive per i nostri colori. Sicuramente quest’attesa ci sta condizionando fortemente per il completamento della rosa, ma dobbiamo avere pazienza. Il nostro programma è proiettato per il futuro, se arriva la D tanto meglio, in caso contrario non demorderemo e lotteremo per vincere sul campo. Oggi ci sentiamo forti e convinti nei nostri mezzi, come dirigenza siamo compatti, ed il gruppo che abbiamo costruito è di prim’ordine. Nei
prossimi giorni ricompleteremo la rosa con nuovi innesti per renderla maggiormente competitiva, ma oggi ci preme sapere in quale categoria andremo a giocare, per avere le idee più chiare”.

Articolo precedentePrimo giorno di fatica per il Mazara di mister Sciacca
Articolo successivoCosenza respinto ricorso, si rimane in D