Alessio Bruccoleri (Radical Prosport Suzuki)

Sono  94 i piloti iscritti al 6° Slalom Città di Alessandria della Rocca, quarto appuntamento stagionale per lo Challenge Palikè 2012, in programma nell’Agrigentino domani, sabato 18 e dopodomani, domenica 19 agosto. Un numero ancora una volta elevato di adesioni alla competizione alessandrina (che si disputa anche quest’anno in stretta simbiosi con il Memorial “Orlando Vaccaro”, in omaggio al primo “pioniere” dell’automobilismo locale), a riprova di quanto sia oramai radicata nel cuore degli sportivi isolani.

 

Alessio Bruccoleri (Radical Prosport Suzuki)

Il 6° Slalom Città di Alessandria della Rocca si snoderà sul confermato percorso della lunghezza di 2,9 km, interpretato dai più come duro e suggestivo, ricavato lungo la strada statale 118 cosiddetta “Corleonese-Agrigentina”, con “start” all’estrema periferia del paese ospitante e arrivo in prossimità  del centro abitato di Alessandria della Rocca, all’altezza della via Giardini, nell’area di contrada Mulino. Tredici, quest’anno, le postazioni di rallentamento con i birilli previste lungo il tracciato, chiuso al transito veicolare sin dalle 7, con direzione di gara affidata all’ennese Lucio Bonasera. La premiazione, programmata nell’adiacente Villa comunale, si terrà dopo l’apertura del parco chiuso. E’ pertanto tutto pronto, nel cinquecentesco comune incastonato nel cuore della provincia di Agrigento, alle pendici degli incantevoli monti Sicani, per dare il via in tutta sicurezza all’ennesima contesa sportiva, sotto l’occhio vigile del comitato organizzatore, coordinato dal Team Palikè Palermo, con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario e Roberto Cirrito. Fondamentale, ai fini della riuscita dell’evento sportivo, è inoltre l’alto patrocinio che il Comune di Alessandria della Rocca, nella persona del sindaco Giulio Luigi Mulè, ha voluto riconoscere alla gara di casa, insieme alla Provincia regionale di Agrigento.

AA Mimmo Polizzi (Elia Avrio ST10 Evo Suzuki)

Due i nomi di piloti, tra gli altri, che sembrano monopolizzare alla vigilia la lotta per la supremazia assoluta in occasione del 6° Slalom Città di Alessandria della Rocca. Si tratta di Mimmo Polizzi e di Fabrizio Minì, entrambi ben conosciuti nell’ambiente delle corse regionale e nazionale. Il forte pilota catanese (è originario di Adrano), campione siciliano Slalom in carica, si schiererà nell’Agrigentino con la consueta Elia Avrio ST10 Evo Suzuki con i colori ufficiali della Casa automobilistica calabrese (e le insegne della scuderia catanese Puntese Corse), nella speranza di iscrivere per la prima volta il suo nome nell’albo d’oro della gara. Mimmo Polizzi ha già dominato quest’anno le prime due prove valevoli per lo Challenge Palikè, disputate a Serradifalco (CL) ed a Castelbuono (PA). Non meno determinato a ribaltare i pronostici della vigilia appare l’altrettanto veloce palermitano (nato a Marineo) Fabrizio Minì, una vittoria per lui nella stagione in corso, ad Alessandria della Rocca alla guida della “pepata” Radical Prosport Kawasaki 1.4 schierata dalla scuderia Catania Corse. E’ la stessa biposto con la quale ha duellato fino alla fine a Castelbuono con il vincitore Mimmo Polizzi, cogliendo poi un pur sempre brillante secondo posto.

Alessio Bruccoleri (Radical Prosport Suzuki)

Tra i due “litiganti” potrebbe tuttavia inserirsi l’astro nascente degli slalom isolani, ossia l’agrigentino “figlio e fratello d’arte” Alessio Bruccoleri. Il ventiquattrenne pilota favarese ha già avuto modo di mettersi in evidenza ancora nello Slalom Città di Castelbuono, dove ha colto un sorprendente e meritato terzo posto assoluto e qui ad Alessandria della Rocca punta alla conferma. Bruccoleri avrà ancora una volta a disposizione la sua Radical Prosport Suzuki iscritta dalla scuderia di casa, la Concordia Motorsport. Tra gli immancabili outsider, spiccano l’esperto trapanese Nicolò Incammisa (quarto assoluto nella graduatoria provvisoria per lo Challenge Palikè 2012), su Osella PA 21S Honda della Catania Corse, gli agrigentini Vincenzo Leto (Elia Avrio ST09 Suzuki, per la Puntese Corse) e Giuseppe Bellomo (Radical Prosport Kawasaki), nonché il messinese Salvatore Giunta (su Fiat 126 Suzuki Max). Quanto mai gradito il ritorno alle corse, dopo vari mesi di assenza, per il catanese Giacomo Benenati (Renault Clio Rs Light), campione italiano assoluto Slalom 2009 ed ora rimessosi in gioco, almeno per questo appuntamento.

Tra i piloti locali spazio ai fratelli-preparatori Cacciatore al completo, ossia Vitale (Peugeot 106 Rallye, in classe FON1, per vetture di scaduta omologazione), Francesco (Renault Clio Williams in FON3) e Giuseppe Cacciatore (Renault Clio Rs Light, nella classe N3). Al 6° Slalom Città di Alessandria della Rocca non potevano certamente poi mancare i primi tre piloti della classifica assoluta provvisoria dello Challenge Palikè 012, dopo le prime tre prove, ossia il catanese Giuseppe Faro (al comando con 36 punti su Fiat Cinquecento Sporting per la Tm Racing Messina), il messinese Salvatore Caristi (secondo con 33 punti, su Peugeot 106 Gti 16v, per i colori Phoenix) ed il nisseno Maurizio Anzalone (che completa il podio, a quota 30 punti, su Renault Clio Rs K schierata dal Motor Team Nisseno).

Articolo precedenteAkragas: in arrivo due colpi da novanta. Ma manca ancora la firma
Articolo successivoRibera: arriva il nigeriano Omolade